Li troviamo verdi, rossi, gialli e nelle loro infinite sfumature. Goffi e dalla forma arrotondata oppure eleganti e dalla forma allungata. C’è a chi piace ciliegino, c’è a chi piace datterino.

Ma cos’è?? Semplice!

L’incontrastato re dell’orto, il pomodoro.

Indiscusso protagonista della cucina gourmet ma non solo, questo frutto della calda stagione accompagna pranzi e cene estive, prestandosi  collaborativo in occasione di veloci antipasti ed aperitivi improvvisi.

Il pomodoro è un alimento basilare della dieta mediterranea, per il gusto e le proprietà benefiche che porta con sé. Grazie all’elevato contenuto di licopene è da ritenersi un alimento protettivo per il nostro organismo, fondamentale per il sistema immunitario e che fa bene al cuore, in quanto, correlato ad un minor rischio di patologie.

Dal punto di vista nutrizionale, esso contiene più del 90 % di acqua e solo uno 0.2 % di grassi.

Ragion per cui, essi contano solo 17 Kcal circa in 100 gr di prodotto.

Vitamina D, vitamine del gruppo B , vitamina C e vitamina E ne sono presenti in moderata quantità, così come  i principali minerali, quali ad esempio, ferro, fosforo, calcio.

Dunque, dal punto di vista nutrizionale, nulla da eccepire.  Riguardo l’apporto salutare, neanche.

Le proprietà benefiche ad esso connesse sono  notevoli e differenziate.

Il pomodoro, grazie all’elevato contenuto d’acqua, ha eccellenti proprietà diuretiche, soprattutto se consumato fresco.  Coadiuva nel buon funzionamento dell’intestino, per merito dell’elevato contenuto di fibre, presenti nella buccia. Fanno bene agli occhi e, di conseguenza, alla vista. Contribuiscono all’abbassamento del colesterolo e a prevenire l’osteoporosi. Di fondamentale importanza, presentano spiccate proprietà anticancro.

Dulcis in fundo, pare che essi rivestano un ruolo moderatamente importante nella perdita di peso. Sono consigliati, infatti, a tutti coloro i quali si apprestano ad una dieta dimagrante.

Beh, che dire.. provare per credere!