Serve sempre ciò che non è a portata di mano. Si sà!

Non è, probabilmente, un mistero che la confusione regna sovrana nelle dispense..persino dei più attenti!

Anzitutto, per poterla rendere accessibile ad ogni tipo di cibo, essa deve essere tenuta lontano da fonti di calore , poichè le alte temperature potrebbero contribuire ad un deterioramento precoce degli alimenti.

Quindi, il primo consiglio, è quello di scegliere un luogo areato, fresco e scuro, da poter ripulire periodicamente per chiare norme igieniche.

Tutto ciò che può essere conservato in dispensa va ordinato frequentemente, in successione di scadenza, per evitare di sbagliare l'ordine di consumo e, quindi, di prediligere erroneamente gli alimenti predisposti ad una conservazione più lunga.

Quindi, un piccolo accorgimento che permette di ridurre considerevolmente la quantità di cibo di cui disfarsi.

Detto questo, bisogna capire quali sono gli alimenti che danno la possibilità di essere conservati in dispensa.

Tutto ciò che non necessita di uno specifico ambiente refrigerativo come carni, frutta o verdure, può essere ubicato lì.

L'ambiente sarà perfetto se adibito alla conservazione di pane, pasta, cereali, farine, cioccolato, thè, caffè, olio, scatolami o confetture varie.

Insomma, tutti quei prodotti non deteriorabili in breve tempo, quindi, non soggetti ad una repentina alterazione.

Un altro consiglio è quello di prediligere confezioni dal taglio squadrato, più semplici da gestire.

Esse, daranno un impatto immediatamente più ordinato.

Una volta aperte, per evitare il rapido ammuffimento e la formazione di insetti predisposti a sopravvivere in tali condizioni di temperatura ed umidità, si consiglia l'utilizzo di barattoli, ugualmente utili se in vetro, in metallo o in plastica oppure di contenitori destinati alla conservazione di alimenti.

Se di spazio potrebbe non essercene abbastanza, allora, validissima alternativa la costituirebbero appropriati sacchetti.

Il suggerimento è quello di ordinare la dispensa per tipologia di alimenti, mettendo in primo piano quelli utilizzati con una frequenza maggiore e sacrificando quelli destinati ad un uso rado.

Fondamentale è l'utilizzo di pratiche etichette, magari adesive, da riporre all'esterno di sacchetti o barattoli per un immediato riconoscimento del contenuto.

Se tutto questo sarà opportunamente fatto, resterà il solo impegno di divertirsi con il menù del giorno!