Un incontro tra prime donne: l’ultima creatura del Caseificio Costanzo il Provolone del Professore, un formaggio stagionato dal gusto deciso e intenso, incontra il profumo e gli avvolgenti sapori del sottobosco:

ED E’ SUBITO AUTUNNO!

Un matrimonio perfetto per celebrare e godere nel calore della propria casa le intime atmosfere autunnali.

Risotto ai funghi porcini preparato secondo la tradizione, arricchito da erba nepitella e incoronato da scaglie di Provolone del Professore.

 

INGREDIENTI:

(per 4 persone)

350 gr Riso Carnaroli Carpi Riso

400 gr Funghi porcini

1 scalogno

1 bicchiere di vino bianco

Brodo vegetale q.b.

50 gr Burro Costanzo

150 gr Provolone del Professore a scaglie (il peso è indicativo)

Prezzemolo q.b.

Olio

Sale q.b.

Pepe q.b.

 

Esecuzione:

Pulire i funghi e separare i gambi dai cappelli.

Funghi e provolone del Professore

Tritare finemente lo scalogno e soffriggere il olio dopo qualche minuto aggiungere i gambi dei funghi e lasciare insaporire. Aggiungere il riso e farlo tostare per qualche minuto. Sfumare con il vino bianco dopo che quest’ultimo sarà sfumato completamente continuare la cottura con l’aggiunta del brodo vegetale. Nel frattempo tagliare i cappelli dei funghi a fettine sottili e aggiungerli al riso.

A cottura ultimata aggiunge il burro Costanzo e il Cacio del Professore, amalgamare il tutto e lasciar riposare per un minuto.

Impiattare il risotto decorando il piatto con qualche fettina di funghetto messo a parte precedentemente. Prezzemolo sale e pepe a scelta.