Se l'Autunno avesse un sapore piuttosto che un colore o un profumo, questo, sarebbe sicuramente quello di un fungo. 

Prelibato protagonista di  cene impegnative oppure  alleato di pranzi veloci, è inevitabile che la scelta possa felicemente ricadere su questi indifesi esserini del sottobosco.

I funghi sono organismi unicellulari complessi, alcuni commestibili altri, invece, velenosi. Essi si collocano ai piedi degli alberi, in particolari condizioni di umidità, in Autunno, nei mesi compresi tra Settembre e Novembre, in seguito a notti piovose.

Le specie esistenti ne sono 500 o  più , tra queste, però, solo un centinaio all'incirca ne risultano commestibili.

Tutti, presentano un elevato potere nutritivo. E' un errore, infatti, considerarli ricchi di grassi, privi di nutrienti e senza proprietà benefiche per l'organismo. Non è di comune conoscenza, infatti, l'importanza che essi rivestono nella micoterapia, finalizzata a migliorare la salute dell'uomo e dell'animale.

Nello specifico, i funghi sono, da sempre,  ottimi alleati del nostro sistema immunitario, contribuendone  al corretto adempimento, rafforzandolo durante i cambi di stagione, comportandosi da antibiotico naturale. Non è un caso, infatti, che la loro presenza nei boschi si verifichi  in prossimità di questo periodo. Sono, altresì, utili perchè contengono vitamine appartenenti al gruppo B che contribuiscono al funzionamento del sistema nervoso e cardiovascolare; oltre che in essi si riscontri la presenza di  sostanze antiossidanti, utili nella prevenzione di malattie infettive e tumorali. 

 Essi contengono amminoacidi essenziali come  il Triptofano e la Lisina, che favorisce la formazione di anticorpi, enzimi ed ormoni rendendosi necessaria per il deposito di calcio nelle ossa.

Dal punto di vista nutrizionale, i funghi sono ricchi di fosforo, utile alla memoria e all'assorbimento di calcio; potassio, antibatterico naturale; selenio, utile alla tiroide e vitale per combattere l'invecchiamento cellulare; ed, infine,magnesio, indispensabile per l'equilibrio del sistema nervoso.

Contrariamente a quanto si possa credere, hanno un apporto calorico molto modesto, indipendentemente dalla varietà. Infatti, contengono circa 25 kcal ogni 100 gr di prodotto fresco. La loro composizione prevede che approssimativamente il 90% del peso sia costituito da acqua, la restante parte da carboidrati, zuccheri, proteine, grassi e  contenuto in fibre pari a quello di una fetta di pane integrale. Ideali, quindi, da inserire in un corretto regime alimentare.

Dati i suddetti giusti presupposti, dunque, impegniamoci ad allietare queste fredde giornate che incombono, in compagnia di questo delizioso prodotto stagionale che la fa da padrone, rallegriamoci la vista, l'olfatto ed il gusto con questi simpatici ombrellini, scenografici, profumati e molto saporiti!