Storia

Nel 1990 una gelata distrusse l’intero raccolto di kiwi della famiglia Costanzo.

Gennaro, capostipite e padre di cinque figli, davanti alla difficoltà, decide in accordo con la moglie e compagna di vita Lia, di iniziare una nuova attività. Affidandosi ad esperti nel settore nasce nel 1991 il “Mini Caseificio Costanzo” dove “Mini” sta per piccolo per assicurare ai propri clienti la qualità e il controllo del prodotto che solo la dimensione artigianale può dare.

Il piccolo laboratorio nasce a Lusciano in provincia di Caserta, nella fertile Campania Felix, dove piccole quantità di latte provenienti da stalle selezionate personalmente da Gennaro, fanno nascere un prodotto finale eccellente: la Mozzarella di Bufala Costanzo. Il successo fu immediato. Da allora il Mini Caseificio Costanzo ha sempre rispettato l’idea iniziale: qualità, qualità e ricerca della qualità, che inizia dal latte, dal rapporto con gli allevatori, con gli operatoti all’interno del caseificio; che significa controllo, che significa rispetto di un etica.

Nel 1995 nasce l’azienda agricola zootecnica con i primi capi bufalini.

Oggi: Luigi, Alessandro, Valentina e Davide; portano avanti quello che Gennaro e Lia hanno creato dal nulla, dando sempre più forza all’obiettivo principe dell’azienda “CONTROLLO DELLA FILIERA”: dalla coltivazione del foraggio, di cui si nutrono le bufale, alla produzione del latte, alla sua trasformazione in mozzarella e altri formaggi.

Ogni giorno arrivano nei nostri quattro punti vendita: Lusciano, Aversa, Napoli e Grottaferrata, prodotti freschissimi. Oltre la mozzarella di bufala, formaggi anche a latte vaccino e tanti altri prodotti resi particolari dalle fantasie dai nostri maestri casari.

Dal 2001 con la vendita on-line raggiungiamo i nostri clienti in tutta Italia e in tutta Europa. Nel 2011 nasce il Ristorante Costanzo, con l’idea di portare direttamente a tavola i nostri prodotti sposando al contempo una cucina genuina e raffinata.

Oggi l’azienda Costanzo, proprio come nel disegno del suo fondatore Gennaro, è sinonimo di qualità della vita: una qualità fatta di cibo sano, di una giusta dose di tecnologia, di controlli assidui sulla salubrità dell’intera filiera produttiva, di benessere animale, di attenzione nei confronti dei propri collaboratori.

Gennaro: insegnante, scrittore con pensieri filosofici molto profondi che oggi ritroviamo nei suoi libri. Ma soprattutto agricoltore per il forte amore per la sua terra.

Lia: insegnante, ma da sempre dedita alla sua famiglia, all’educazione dei figli e al fianco del marito.

Attualmente, il Mini Caseificio Costanzo vede impegnati quattro dei cinque figli di Gennaro e Lia.

Luigi

Luigi: responsabile del comparto agricolo zootecnico. La passione per la terra e per gli spazi aperti lo rende uno spirito libero.

Alessandro

Alessandro: casaro e responsabile dell’intero comparto produttivo. E’ il custode dei segreti dell’arte casearia e delle tradizioni di famiglia.

Valentina

Valentina: responsabile dell’area commerciale, del personale e della comunicazione, è l’anima razionale dell’azienda, ma anche il “sorriso” per tutti i nostri collaboratori.

Davide

Davide, sempre molto impegnato per il suo lavoro di architetto, non lascia mai mancare il proprio contributo alla crescita dell’azienda: dedicandosi a progetti speciali e alla cura dei punti vendita.

L’alimentazione dei nostri capi è fondamentale per assicurare alla nostra Mozzarella il suo gusto unico, tutto nasce dal fieno.

Nel 2002 il Mini Caseificio Costanzo diventa un’azienda a ciclo completo, con la coltivazione del foraggio che mangeranno le proprie Bufale.

A Ruviano un terreno di 170 ettari dove viene accuratamente coltivato un mix di erbe da cui si ottiene il foraggio che costituisce la base alimentare delle nostre bufale e quindi uno degli elementi differenzianti della nostra Mozzarella di bufala.

L’azienda agricola di Ruviano è l’origine della filiera di produzione Costanzo. Accarezzati dall’aria frizzante dei Colli Caiatini crescono i fieni per le nostre bufale. Oggi la nostra azienda agricola copre per l’80% il loro fabbisogno alimentare con fieno di loietto, fieno di medica, farina di mais e crusca, a cui aggiungiamo da aprile a settembre erba fresca, tagliata due volte al giorno, mattina e sera.

Questa fertile terra ci regala un gustoso vino da tavola: Giano Bianco e Giano Rosso.

Da subito Gennaro si rende conto che per aver un buon latte bisogna nutrire le Bufale in un certo modo(o nel modo giusto). Nel 1995 nasce l’azienda agricola zootecnica, studiando così per le proprie Bufale diete alimentari appropriate e cercando di dare loro il massimo benessere, spazi adeguati, perché la qualità del latte è fortemente collegato alla qualità di vita delle bufale.

Oggi 650 capi ci consentono di sopperire al quasi totale fabbisogno di latte. Ogni bufala è codificata nel registro genealogico bufalino. Vengono monitorate in ogni fase della giornata e periodicamente valutate dall’ ANASB (Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufalina) per consentirci di migliorare la specie attraverso l’accoppiamento degli animali migliori.

Nel 2002 con l’idea di coltivare il foraggio per le proprie bufale il Mini Caseificio Costanzo diventa un’azienda a ciclo completo. Nasce Ruviano. Luigi, primo genito di Gennaro e Lia. Guidato dalla passione per gli animali e per la terra, gestisce oggi l’intero comparto agricolo. Dalla coltivazione alla produzione di latte. Apportando continue innovazioni aziendali rispettando sempre l’animale e la sua qualità di vita.